Bisfenolo A - nuovi limiti per la migrazione in materiali a contatto con gli alimenti

 

Giovedì 15 Febbraio 2018 15:40

 

E’ stato pubblicato il Regolamento (UE) 2018/213 del 12 febbraio 2018 relativo all'utilizzo del Bisfenolo A (BPA) in vernici e rivestimenti destinati a venire a contatto con i prodotti alimentari.

L'utilizzo del BPA come monomero nella produzione di materiali in plastica è autorizzato dal regolamento (UE) n. 10/2011 della Commissione.

L'Autorità europea per la sicurezza alimentare ha riesaminato le informazioni scientifiche e aggiornato il proprio parere sul BPA più volte nel corso degli anni; con il Regolamento (UE) 2018/213, si interviene su diversi temi.

 

Segnaliamo alcuni dei punti salienti:

- la migrazione nei o sui prodotti alimentari di BPA da vernici o rivestimenti applicati a materiali e oggetti non deve superare un limite di migrazione specifica di 0,05 mg di BPA per kg di prodotto alimentare (mg/kg).

- non è consentita la migrazione di BPA da materiali specificamente destinati a venire a contatto con formule per lattanti, formule di proseguimento, alimenti a base di cereali, alimenti per la prima infanzia, alimenti a fini medici speciali creati per soddisfare le esigenze nutrizionali dei lattanti e dei bambini nella prima infanzia o bevande a base di latte e prodotti analoghi specificamente destinati ai bambini nella prima infanzia, quali definiti al regolamento (UE) n. 609/2013.

- l'operatore economico dovrà, dietro richiesta di un'autorità competente nazionale, mettere a disposizione l'opportuna documentazione contenente anche analisi e prove della sicurezza a dimostrazione della conformità.

 

Il regolamento si applicherà dal 6/9/2018.

Per completezza, rimandiamo al testo integrale del Regolamento stesso.

 

In tema di controllo dei materiali che entrano in contatto con gli alimenti, per prevenire il rischio di contaminazione ed assicurare la conformità ai requisiti di salubrità e sicurezza, Agro.biolab Laboratory si propone con prove di migrazione globale e specifica; i test vengono svolti in conformità a standard riconosciuti o mediante metodi che vengono appositamente sviluppati e validati internamente.

La nostra missione è fornire informazioni a supporto delle aziende che devono confrontarsi con una normativa in costante evoluzione.

Per ulteriori necessità potete contattare i ns. referenti di zona oppure l’Ufficio Commerciale, ai seguenti recapiti:

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

Confermato il riconoscimento QS

 

Lunedì 05 Febbraio 2018 17:13

 

Agro. Biolab Laboratory ha superato con successo il Ring test QS confermando la permanenza nell’elenco dei laboratori approvati dallo schema di riferimento.

 

Nuove prove accreditate ACCREDIA

 

Lunedì 22 Gennaio 2018 09:02

·

Per assicurare ai nostri clienti strumenti di controllo sempre più aggiornati e riconosciuti nel mercato internazionale, il team di Agro.Biolab Laboratory ha lavorato per ampliare ulteriormente l’accreditamento ACCREDIA.

Tra le numerose novità, segnaliamo nuovi metodi analitici e nuove matrici per alcune prove chimiche e microbiologiche già accreditate ed infine, non per importanza, l’accreditamento delle seguenti prove:

 

  • - Glutine con metodo AOAC 2012.01
  • - Bromuri con metodo CVUA EURL-SRM QuPPe Vers 9.3 2017
  • - Sali di ammonio quaternari (Benzalkonium chloride; Benzyldimethyloctylammonium Chloride (BAC-C8); Benzyldimethyldecylammonium Chloride (BAC-C10); Benzyldimethyldodecylammonium Chloride (BAC-C12); Benzyldimethyltetradecylammonium Chloride (BAC-C14); Benzyldimethylhexadecylammonium Chloride (BAC-C16); Didecyldimethylammonium chloride (DDAC-C10)) con metodo UNI EN 15662:2009.

 

Per completezza rimandiamo all’elenco delle prove accreditate ACCREDIA.

 

Contattate il nostro Ufficio Commerciale per maggiori informazioni o necessità ai seguenti indirizzi di posta elettronica:

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.


 

 

Ridotti i valori di riferimento dell’Acrilamide: l'UE si pronuncia con un nuovo provvedimento

 

Martedì 21 Novembre 2017 10:10

 

A decorrere dall'11 aprile 2018 si applicherà il Regolamento (UE) 2017/2158 che per la prima volta abbassa i valori attuali di riferimento per l'Acrilamide negli alimenti.

Esso non fissa valori limite ma promuove misure, a carico degli operatori dei settori alimentari interessati, indirizzate alla riduzione della presenza di Acrilamide negli alimenti costituiti da materie prime che contengono i suoi precursori.

Il tenore di Acrilamide, infatti, può essere ridotto adottando strategie opportune a raggiungere gli obiettivi fissati.

Al fine di verificare il tenore di Acrilamide e la conformità con i livelli di riferimento, occorre effettuare prove mediante campionature ed accurati controlli.

E' da notare che in Agro.Biolab Laboratory si eseguono, ormai da lungo tempo, analisi quantitative per la valutazione dei residui di Acrilamide con tecnica LC/MS/MS e L.O.Q. 0,010 mg/kg.

 

Per ulteriori necessità potete contattare i nostri referenti di zona oppure l’Ufficio Commerciale, ai seguenti recapiti:

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

 

   

Pagina 1 di 11

Ultime News

15 Febbraio 2018, 15.40
  E’ stato pubblicato il Regolamento (UE) 2018/213 del 12 febbraio 2018 relativo all'utilizzo...
05 Febbraio 2018, 17.13
  Agro. Biolab Laboratory ha superato con successo il Ring test QS confermando la...
22 Gennaio 2018, 09.02
· Per assicurare ai nostri clienti strumenti di controllo sempre più aggiornati e...

Login